GIORNATA NAZIONALE DEI MUSEI ECCLESIASTICI

Posted onfebbraio 27, 2015 
Filed under AGENDA | Leave a Comment

giornate-musei

La terza edizione della Giornata nazionale dei Musei ecclesiastici si terrà sabato 7 e domenica 8 marzo. A promuoverla l’Associazione Musei ecclesiastici italiani (Amei), presieduta da Domenica Primerano. Per l’occasione gli oltre 250 Musei ecclesiastici aderenti all’Amei (senza escludere dall’iniziativa i Musei non ancora iscritti) apriranno le porte, proponendo, accanto al godimento delle loro diversissime collezioni, visite guidate, attività, incontri, musica. Molti hanno scelto di accogliere del tutto gratuitamente i loro ospiti, altri riservano loro ingressi a prezzo ridotto o simbolico. Tutti hanno scelto di proporre, accanto alla visita guidate ai loro tesori, ulteriori opportunità: visite a monumenti, o parti di monumenti, chiese, palazzi diversamente non accessibili, mostre temporanee, iniziative per famiglie e bambini, incontri di approfondimento storico o musicale. Diversi Musei hanno scelto dei temi femminili oppure omaggi a grandi donne, altri hanno anticipato, nelle manifestazioni messe a punto per la Giornata, temi che anticipano la prossima Expo. Le due prime edizioni hanno ovunque fatto registrare presenze prima mai viste, facendo scoprire a migliaia di persone la ricchezza e l’interesse dei Musei “ecclesiastici, disseminati lungo l’intera Penisola, da Nord a Sud. La Giornata, sin dalla sua prima edizione, ha avuto il merito di cominciare a far riemergere quelli che apparivano come “Musei dimenticati, nonostante siano regolarmente aperti al pubblico, siano davvero tanti, ricchissimi per patrimonio e per attività e siano ospitati in luoghi e monumenti tra i più belli delle città italiane.

“Quest’anno – afferma Domenica Primerano, neo presidente dell’Amei e anche direttore del Museo diocesano di Trento – i nostri Musei si sono impegnati in modo davvero fortissimo, convinti dell’utilità di accogliere vecchi e nuovi visitatori in modo originale, vivace, creativo. Sono certa che per molti sarà una scoperta, il riappropriarsi di un patrimonio prima ignoto o ignorato”. Infatti, secondo Primerano, “tutti avranno l’opportunità di constatare come la parola museo, unita all’aggettivo ecclesiastico, sia tutt’altro che il sinonimo di vecchiume, di polvere, di cosa stantia. Chi verrà a trovarci scoprirà realtà al passo con i tempi, in grado di confrontarsi alla pari con gli altri musei cittadini, realtà che sanno dare attualità e futuro a un illustre passato. Un patrimonio nazionale di valore europeo, centri espositivi di grande livello ma anche e soprattutto vivacissimi centri culturali”.

Per info: www.amei.biz

POESIA RELIGIOSA: PREMIO INTERNAZIONALE SAN SABINO

Posted onfebbraio 26, 2015 
Filed under AGORA' | Leave a Comment

poesia

C’è tempo fino al 21 marzo – Giornata mondiale della poesia Unesco – per partecipare all’ottava edizione del Premio internazionale di poesia religiosa San Sabino, promosso dalla parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Torreglia, Circolo Noi Associazione di Torreglia e La perla – Gruppo culturale. Il premio, biennale, è ispirato alla Pieve di San Sabino, antica chiesa di Torreglia (Padova) che custodisce al suo interno il sepolcro dell’abate, letterato e oratore, Giuseppe Barbieri (Bassano 1774-Torreglia 1852). Tema dell’edizione 2015, che si colloca all’interno di importanti anniversari, primo dei quali il 750° anniversario della nascita di Dante Alighieri (1265-1321), è “Parola e mistero”. Il riconoscimento prevede una sezione giovani (18-30 anni) e una adulti. Ogni singolo autore, di qualsiasi nazionalità, ha facoltà di presentare un massimo di due poesie inedite in lingua italiana o inglese, a tema spirituale-religioso, ciascuna preferibilmente entro i 30 versi. La premiazione è in programma il 30 maggio, ore 17.

Per informazioni e regolamento: http://teatroperla.it/premio-poesia/regolamento/

“DONATELLO SVELATO. CAPOLAVORI A CONFRONTO”

Posted onfebbraio 21, 2015 
Filed under AGENDA | 1 Comment

padva

Sarà difficile non emozionarsi di fronte ai tre Crocifissi di Donatello esposti nella mostra allestita al Museo Diocesano di Padova.

L’esposizione offrirà la storica occasione di ammirare riuniti per la prima volta tre grandi Crocifissi che Donatello scolpì nel corso della sua vita: quello della chiesa di Santa Croce in Firenze (1406-08) – oggetto di una celebre gara con l’antagonista Filippo Brunelleschi raccontata da Giorgio Vasari nelle sue Vite –, quello dei Servi e quello bronzeo della Basilica di Sant’Antonio (1443-1449).

Un’opportunità assolutamente unica e inedita di osservare da vicino i tre capolavori, leggendo attraverso di essi il percorso compiuto dall’artista dagli anni giovanili alla piena maturità.

Dal 27 Marzo al 26 Luglio 2015
Museo Diocesano, p.zza Duomo 12 – Padova
Orario: tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00
Per informazioni: www.museodiocesanopadova.it

QUARESIMA: ON LINE SUSSIDIO DELL’UFFICIO LITURGICO DELLA CEI

Posted onfebbraio 18, 2015 
Filed under AGORA' | Leave a Comment

071

È on line il sussidio per la Quaresima curato dall’Ufficio liturgico nazionale della Cei (clicca qui). L’ipertesto accompagna la riflessione e i momenti liturgici del mercoledì delle ceneri, delle domeniche di quaresima e del triduo pasquale. Nella presentazione il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino, valorizza il tema dell’umanesimo per collegare l’itinerario verso la Pasqua a quello che prepara il Convegno ecclesiale nazionale di Firenze.

“L’uomo nuovo, che a immagine di Cristo e con la forza dello Spirito edifica un’umanità nuova – scrive Galantino -, ci pone in piena sintonia con il Messaggio di papa Francesco per la Quaresima di quest’anno. L’uomo nuovo non si lascia impaludare nella ‘globalizzazione dell’indifferenza’, ma soffre con chi soffre, si apre alla fraternità responsabile, si getta con coraggio nelle sfide del presente”.

IL “COMPIANTO SUL CRISTO MORTO” IN ESPOSIZIONE PER LA SINDONE

Posted onfebbraio 7, 2015 
Filed under AGENDA | 1 Comment

Fra_Angelico

Quando i pellegrini raggiungeranno il Duomo di Torino per l’Ostensione della Sindone, in programma dal 19 aprile al 24 giugno, potranno ammirare anche la tavola “Compianto sul Cristo morto” (152×200 cm) realizzata da Giovanni da Fiesole, detto il Beato Angelico, nel 1436 e abitualmente conservata nel Museo di San Marco a Firenze.

L’opera, che sarà esposta nel Museo diocesano (sul cui sito è possibile prenotare la visita), dal 16 Aprile al 30 Giugno 2015, all’interno della cripta collocata sotto la Cappella della Sindone nella cattedrale, e che raffigura il Cristo deposto tra le braccia di Maria, stabilirà con il Telo una relazione ideale basata sul tema della contemplazione della Passione e della morte di Gesù, cuore stesso del pellegrinaggio sindonico.

La presenza del dipinto accresce l’interesse culturale dell’appuntamento religioso che il 21 giugno culminerà nella visita di Papa Francesco.

UNA “BARBERIA DEL PAPA” PER I CLOCHARD

Posted onfebbraio 3, 2015 
Filed under AGORA' | 2 Comments

barber-shop

Sono tantissimi i volontari che hanno già donato tutta l’attrezzatura necessaria, forbici, spazzole, rasoi, uno specchio e, ovviamente, la poltrona da barbiere. Così, da lunedì 16 febbraio, i clochard che gravitano attorno al Vaticano potranno usufruire non solo delle docce e dei bagni che papa Francesco ha autorizzato ad adibire per loro sotto al colonnato di piazza San Pietro, ma anche di un servizio di taglio barba e capelli che va a completare le esigenze di pulizia ed igiene dei senzatetto.

La “barberia del Papa” è l’ultima iniziativa per i poveri della città promossa dall’Elemosineria apostolica, il braccio operativo della carità del Pontefice guidata da monsignor Konrad Krajewski, l’arcivescovo polacco cui Bergoglio, nominandolo, aveva ordinato di non rimanere dietro la scrivania, ma di divenire il suo prolungamento concreto a favore degli ultimi. Così Krajewski dopo aver organizzato la costruzione delle docce, che ha subito qualche ritardo sui tempi di ristrutturazione previsti, ha fatto riservare un’area dei nuovi locali ampliati sotto al Colonnato ad una sala da barbiere.

“La prima cosa che noi vogliamo – spiega monsignor Krajewski – è dare dignità alla persona. La persona che non ha la possibilità di lavarsi è una persona socialmente rifiutata e tutti noi sappiamo che un clochard non può presentarsi in un posto pubblico come un bar o un ristorante per chiedere di usufruire dei servizi perché questi gli vengono negati”.

“Ma certo – fa sapere sull’ultima iniziativa – fare la doccia e poter lavare la biancheria non basta. È necessario anche essere in ordine con i capelli e la barba, anche per prevenire malattie. Un altro servizio che un senzatetto difficilmente potrebbe avere in un negozio normale perché magari potrebbe sollevare il timore di diffondere ai clienti qualche malattia, come ad esempio la scabbia”.

Così, pensando anche al fatto che tanti senzatetto girano nei pullman e nella metropolitana mischiandosi alla gente comune, la barberia del Papa, aggiunge Krajewski, aspira a svolgere un servizio “per il bene comune della città”.

Questione di un paio di settimane, dunque, e il servizio sarà pronto a partire assieme alle tre nuove docce. L’armamentario necessario c’è già tutto e tanti sono i barbieri volontari che con entusiasmo si sono messi a disposizione. Due sono dell’Unitalsi, altri frequentano l’ultimo anno della scuola di barbieri di Roma. Taglio e barba saranno effettuati di lunedì, il giorno in cui i negozi sono chiusi e i barbieri sono quindi liberi dalla loro attività.

CRESCE IL CONSENSO VERSO LA CHIESA CATTOLICA

Posted onfebbraio 2, 2015 
Filed under AGORA' | 3 Comments

crocifisso

Gli italiani fanno sempre più affidamento nella Chiesa cattolica e nel Papa. Lo rivela l’Eurispes, che nel rapporto Italia 2015 sottolinea come l’effetto Bergoglio abbia portato a un boom di consensi nei confronti della Chiesa: per la prima volta dal 2009, infatti, la fiducia degli italiani verso il clero supera la soglia del 50%, arrivando al 62% dei consensi, 13,6 punti in più rispetto allo scorso anno. Secondo quanto riportato dal rapporto, l’89,6% della popolazione ritiene che Papa Francesco abbia ridato slancio alla Chiesa, ripristinando il ruolo di vicinanza ai fedeli. Il consenso verso il Pontefice è diffuso in tutte le fasce d’età, ma registra un netto miglioramento fra i giovanissimi: si è passati dal 27% al 51% nei giovani fra i 18 e i 24 anni e dal 34,3% al 53,5% nella fascia d’età tra i 25 e i 34 anni. Il rapporto evidenzia, inoltre, come il 79,2% degli italiani ritiene che, per quanto riguarda i temi etici, il Papa sia più avanti degli stessi fedeli. Proprio sui temi etici, la fotografia scattata dall’Eurispes mostra un Paese che si dichiara favorevole a eutanasia (55,2%), testamento biologico (67,5%) e alla legalizzazione della prostituzione (65,5%) mentre, al contrario, non è pienamente convinto dei matrimoni omosessuali (40,8%). A tal proposito, alla domanda se Papa Francesco riuscirà a superare le resistenze ecclesiastiche su queste tematiche, il 55,6% della popolazione si dice fiducioso.

PAPA FRANCESCO: LE CELEBRAZIONI DA FEBBRAIO AD APRILE

Posted ongennaio 29, 2015 
Filed under AGORA' | 4 Comments

papa francesco

Il Concistoro e i riti di inizio Quaresima, con il ritiro spirituale ad Ariccia, in febbraio. La visita a Napoli e Pompei in marzo. Infine, i giorni intensi del Triduo pasquale, seguiti dalla solennità della Pasqua e dalla Messa in rito armeno in aprile. Sono tra gli appuntamenti di rilievo di Papa Francesco nei prossimi tre mesi, ufficializzati dal maestro delle Celebrazioni pontificie, mons. Guido Marini. Il mese di febbraio si aprirà il 2, nella Festa della Presentazione del Signore, con la Messa del Papa nella Basilica Vaticana, alle 17.30, con i membri degli Istituti di vita consacrata e delle Società di vita apostolica, nel giorno in cui si celebra la 19ma Giornata mondiale della vita consacrata.

L’8 febbraio, alle 16, la visita alla parrocchia romana di San Michele Arcangelo a Pietralata. Il 14 il Papa aprirà alle 11 il Concistoro ordinario pubblico per la creazione di 20 nuovi cardinali e per alcune Cause di canonizzazione. Con i nuovi porporati, il Papa concelebrerà il giorno dopo, alle 10, la Messa in San Pietro. Mercoledì 18 l’inizio della Quaresima: nel giorno delle “Ceneri”, il Papa presiederà alle 16.30 la Statio e la processione penitenziale dalla Basilica di Sant’Anselmo fino a quella di Santa Sabina, dove alle 17 celebrerà la Messa con la benedizione e l’imposizione delle Ceneri.

La domenica successiva, 22 febbraio, il Papa e i membri della Curia romana partiranno alla volta di Ariccia per vivere, come lo scorso anno, gli esercizi spirituali quaresimali fino a venerdì 27. La seconda visita a una parrocchia romana avverrà l’8 marzo, quando Francesco incontrerà nel pomeriggio alle 16 la comunità del “Santissimo Redentore”, in uno dei quartieri periferici di Roma, Tor Bella Monaca. Dopo la liturgia penitenziale del pomeriggio del 13 in San Pietro, alle 17, il successivo appuntamento porterà il Papa a Napoli e Pompei nella giornata di sabato 21 marzo, per un’attesa visita pastorale. Il mese si chiuderà con la Messa della Domenica delle Palme di domenica 29, alle 9.30 in Piazza San Pietro, con i riti della Benedizione delle Palme e della processione.

I primi giorni del mese di aprile proietteranno subito Papa Francesco nel “cuore” del Triduo pasquale. Primo evento, la Messa del Crisma, nella Basilica vaticana, la mattina del Giovedì Santo, alle 9.30. Sempre in San Pietro, alle 17 del Venerdì Santo, sarà il momento della celebrazione della Passione del Signore, poi in serata il Papa si sposterà al Colosseo per presiedere in diretta mondovisione, alle 21.15, il rito della Via Crucis. La Veglia Pasquale del 4 aprile inizierà in San Pietro alle 20.30, mentre alle 10.15 del giorno di Pasqua, Papa Francesco darà inizio sempre in piazza San Pietro alla Messa solenne che sarà conclusa alle 12 dalla Benedizione “Urbi et Orbi”, impartita dalla Loggia centrale della Basilica Vaticana. Sette giorni dopo, domenica della Divina Misericordia, alle 10 Francesco sarà ancora sull’altare della Basilica di San Pietro per celebrare la Messa per i fedeli di rito armeno.

MESSAGGIO PER LA QUARESIMA

Posted ongennaio 28, 2015 
Filed under AGORA' | 1 Comment

071

Dio “non è indifferente a noi” e a “quello che ci accade”: per questo il cristiano deve dire no alla “globalizzazione dell’indifferenza”, cioè a quella “attitudine egoistica” che “ha preso oggi una dimensione mondiale” ed è diventata una vera e propria “vertigine”. È quanto scrive il Papa, nel Messaggio per la Quaresima – sul tema: “Rinfrancate i vostri cuori” (Gc 5,8).

Nel Messaggio Papa Francesco esorta i credenti a non cedere alla “tentazione dell’indifferenza” e a non lasciarsi “assorbire” dalla “spirale di spavento e di impotenza”, “saturi” come siamo “di notizie e immagini sconvolgenti che ci narrano la sofferenza umana”.

FIRENZE 2015: ON LINE IL SITO

Posted ongennaio 26, 2015 
Filed under AGORA' | 8 Comments

sito

È da alcuni giorni online il nuovo sito web www.firenze2015.it , “il luogo di convergenza di chi si sta preparando al Convegno ecclesiale nazionale di Firenze 2015 ‘In Gesù Cristo il nuovo umanesimo’. Un territorio digitale che connette le tante famiglie che compongono la grande famiglia della Chiesa di Papa Francesco e permette ai diversi volti della Chiesa incarnata e quotidiana di vedersi l’un l’altro e condividere il cammino”. Lo scrive monsignor Domenico Pompili, direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei.

“Il sito, che è una grande cantiere in progress, attendeva, per ‘nascere’, la lavorazione del logo definitivo, sulla base della proposta grafica che appena un mese fa ha vinto il contest lanciato in ottobre, poi migliorata dagli stessi autori per adattarsi più efficacemente alla testata del nuovo sito e dei social”, chiarisce monsignor Pompili. Un logo che è “il biglietto da visita e il simbolo di questo appuntamento importante”. La proposta, della farm creativa “Borgoognissanti-tre”, si era imposta grazie alla sua capacità di esprimere al contempo il “contenuto” del tema “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo” e il “metodo partecipativo, inclusivo ed estroverso con cui il Comitato ha invitato tutta la Chiesa italiana a rendersi protagonista del Convegno”.

Il logo “esprime con forza ed efficacia un doppio movimento. Anzitutto verso l’alto” e “un movimento in uscita”, “verso l’esterno, verso il mondo, e idealmente verso tutte le ‘periferie esistenziali’ che il Papa indica come frontiere per l’azione della Chiesa”. Il tutto tratteggiato a mano, “per sottolineare la semplicità, l’ essenzialità e anche l’ attenzione alle generazioni più giovani” con cui la Chiesa italiana “vuole tornare a riunirsi per confrontarsi sul senso dell’umano in una contemporaneità dominata da tecnica ed economia, ad alto rischio disumanità”.

Da oggi questo logo “prende vita grazie a un’animazione (realizzata dallo studio creativo Lamorfalab in collaborazione con l’associazione WeCa-Webcattolici, a riprova della mobilitazione di molti creativi per innovare la comunicazione del Convegno ecclesiale) che dispiega anche nel tempo il suo significato. È un vero e proprio gesto colto nel suo momento dinamico, nel suo farsi”. Anche “la componente sonora è significativa” perché “restituisce l’idea della partecipazione collettiva, della molteplicità e della polifonia di voci che animeranno – attraverso il nuovo sito, già da oggi – il Convegno; e al contempo è un annuncio, un richiamo che raccoglie l’attenzione, suggerisce il contributo insostituibile di ciascuno e comunica il senso di attesa trepidante per un evento ormai prossimo”.

Next Page →

  • Blogroll